Advertisement

Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta

Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta

Il Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta è una barca di concezione molto moderna a dislocamento medio leggero, studiata per avere delle buone prestazioni a vela ottenute senza sacrificare la volumetria degli spazi interni. Questi, infatti, prevedono una grande cabina armatoriale a due letti a prua, un vasto salone open space a centro barca – con inserita la zona cucina a vista – e due cabine ospiti, ognuna con due letti in piano, a poppa; ogni cabina dispone di un proprio bagno; l’estrema prua è riservata a due persone di equipaggio.

Il Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta si propone, quindi, come una barca performante e confortevole; un equilibrio sempre difficile da ottenere – raggiunto grazie all’attento studio di Luca Brenta & C. e valorizzato dall’accurata costruzione di Maxi Dolphin – al quale si abbina un interessante rapporto qualità/prezzo.

Coperta

La coperta della barca, tipicamente mediterranea con il suo ampio pozzetto “arredato” con lunghe sedute ed un tavolo centrale, è stata pensata per essere molto vivibile nelle condizioni climatiche che caratterizzano i nostri mari; un elemento di riparo è comunque fornito da un bimini pieghevole incassato nella tuga dalla linea bassa e filante. Ad aggiungere un tocco di eleganza e di “calore” alla coperta provvede il rivestimento in teak del piano di calpestio. La “pulizia” del piano di coperta è accentuata dal posizionamento di tutti i winch di drizze e manovre subito a proravia delle due ruote della timoneria, un omaggio al più attuale concetto di “easy sailing” che contribuisce ulteriormente a separare la zona dedicata alla vita sociale da quella di manovra, dalla quale due sole persone possono governare completamente la barca in navigazione grazie ai winch elettrici ed ai pistoni idraulici utilizzati per le regolazioni delle vele.

Armamento

Una particolarità tecnica adottata per la prima volta sul Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta sono i pistoni idraulici asserviti anche alla regolazione del genoa e non solo a quella della randa. Il piano velico, frazionato e con crocette acquartierate, prevede un genoa su avvolgitore ed una randa full batten che viene raccolta a mezzo di lazy jack su un boma di larghezza generosa; per le andature portanti un grande gennaker viene armato su un bompresso retrattile in carbonio – come l’albero – di circa due metri di lunghezza. Nella poppa – apribile a mezzo di due pistoni idraulici – è previsto l’alloggiamento per un tender di 3,80 metri; anche questa soluzione tecnica è finora unica su barche di 65’.

Interni

Gli interni del Maxi Dolphin 65’ by Luca Brenta, elaborati dal designer su una propria proposta pienamente condivisa dall’Armatore, si rifanno a canoni estetici minimalisti valorizzati da un’estrema cura dei dettagli; abbandonando gli schemi tradizionali, l’arredamento è più semplice, ordinato ed efficace sia nelle forme che nella suddivisione degli spazi. Le pannellature in teak ed i mobili in legno chiaro creano un piacevole contrasto con le paratie e le strutture dello scafo a vista, dipinte di bianco anche per aumentare la luminosità degli interni stessi. Un gradevole tocco di design è rappresentato dal pagliolato degli interni, per il quale il classico mogano filettato in acero chiaro è stato sostituito da “piastrelle” di teak – poggiate su un contropagliolato – disposte con le venature del legno sfalsate a 90° tra loro.

Lunghezza fuori tutto 20,01 mt
Lunghezza al galleggiamento 17,22 mt
Larghezza massima 5,27 mt
Pescaggio 3,60 mt
Dislocamento 17,97 t
Zavorra 6,00 t
Serbatoi acqua 600,00 l
Serbatoi carburante 800,00 l
Motorizzazione Yanmar 125 hp
Generatore 7,50 kw
Aria condizionata Veco
Desalinizzatore 80,00 l/h
Trasmissione Mechanical Direct – Elica Gori
Velocità a motore 9,50 nodi
Armamento velico a sloop Fibra di carbonio
Randa 150,70 mq
Genoa 104% 93,40 mq
Gennaker 353,00 mq
P 25,55 mt
E 9,35 mt
I 24,35 mt
J 7,00 mt
Materiale di costruzione Composito “pre-preg”
Progettista Luca Brenta & C.

One Comment

  1. Bruno Olliemag 24 agosto 2011 at 17:54 -

    wow che bella! Sarebbe un sogno cavalcare le onde a bordo di un’opera d’arte del genere

Leave A Response